La Plastica che mangiamo

La Plastica che mangiamo

Sono nei pesci e nei frutti di mare che mangiamo, nell’acqua che beviamo e perfino nel sale. Queste particelle di materiale plastico, di dimensioni inferiori ai 5 millimetri e superiori a 0,1 micron, hanno il nome convenzionale di microplastiche e sono l’estremo, invisibile residuo della produzione di bottiglie di shampoo, buste, pellicole, bottiglie d’acqua o fibre sintetiche come il pile. Leggi Tutto “La Plastica che mangiamo”