Così la pesca dei calamari in zone non regolamentate sta mettendo a rischio l’ecosistema

Il Wwf denuncia che nell’Oceano indiano i vuoti normativi hanno fatto aumentare le catture di oltre l’800% in 5 anni, con conseguenze gravi non solo per la specie in sè, ma anche sulle altre che da essa dipendono per l’alimentazione, come i tonni. E l’Ue è tra i principali mercati di questo pesce. Vedi Articolo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *